.
Annunci online

napoliviva
pulsioniVISIONIpensieriNAPOLIeInuoviORIZZONTIdellaPOLITICA
letteratura
13 giugno 2006
VALERIO EVANGELISTI A NAPOLI

Oggi alle 18.30 alla Fnac di Via Luca Giordano l'immenso Valerio Evangelisti, il creatore dell'inquisitore Eymerich, di Pantera e di varie altre serie, nonchè lo scrittore italiano vivente più tradotto (e venduto) all'estero, presenta Distruggere Alphaville, raccolta di saggi e pensieri sull'evoluzione del ruolo della letteratura di genere in Italia, ideale seguito degli altri 2 volumi di saggi pubblicati da Evangelisti (Alla periferia di Alphaville e Sotto gli occhi di tutti, ritorno ad Alphaville) sempre per l'editore napoletano L'Ancora del Mediterraneo.

"La battaglia è vinta: la narrativa di genere in Italia ha vinto e stravinto e, proprio per questo, bisogna cominciare a preoccuparsi (...).
E questo è solo l'inizio: Valerio Evangelisti, il magister, "padre" di Eymerich e Pantera, lo scrittore tra i più amati e tradotti all'estero, si misura in maniera definitiva non più con la letteratura di genere, ma con quella di massa e di consumo, evidenziandone le involuzioni e le cadute. Sì a Salgari, Fantomas e Lupin; ottimi gli Hammett e la fantascienza attuale (meglio se straniera); bene il giallo; forte la partecipazione con Cesare Battisti; ma ecco arrivare "la forza del niente" della Fallaci, la lettera aperta a Crichton, fino agli esilaranti dialoghi tra Eymerich, l'inquisitore domenicano protagonista dei suoi romanzi, Dan Brown e Palahniuk..."




permalink | inviato da il 13/6/2006 alle 0:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
12 giugno 2006
SALERNO: DE LUCA ELETTO SINDACO

da Ansa.it

E' Vincenzo De Luca il nuovo sindaco di Salerno: appoggiato da un cartello di liste civiche, ha battuto l'europarlamentare Dl, Alfonso Andria. De Luca ha vinto con il 56,9%. A Caserta vittoria dell'Unione, che con Nicodemo Petteruti toglie la citta' alla Cdl che aveva schierato Paolino Maddaloni.




permalink | inviato da il 12/6/2006 alle 23:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
12 giugno 2006
25 GIUGNO: IN CAMPANIA LA CDL MOBILITA I COMITATI PER IL SI

da La Padania.it 

Una massiccia campagna di mobilitazione popolare per il “Si” al referendum del 25 e 26 giugno. È l’annuncio che il centrodestra fa in Campania dopo aver iniziato la nuova sfida elettorale per cambiare la costituzione italiana.«Un Sì per rinnovare l’Italia» è lo slogan scelto da Alleanza Nazionale che ieri a Napoli ha tenuto una conferenza stampa con i parlamentari Pasquale Viespoli, componente del comitato nazionale per il Sì, Mario Landolfi, coordinatore regionale del partito di Gianfranco Fini, e Marcello Taglialatela, coordinatore cittadino della Destra. È il distacco dalle urne, con la possibile mancata partecipazione al voto, la prima preoccupazione dei leader del centrodestra campano. Per questo motivo Alleanza Nazionale annuncia tre grosse manifestazioni del proprio leader che sarà al nord a Verona, al centro a Roma e nel sud a Palermo per esporre le ragioni della riforma costituzionale voluta dal centrodestra. Inoltre nelle grandi città come Napoli verranno allestiti gazebo in tutte le municipalità per far conoscere ai cittadini punto per punto gli articoli della nuova costituzione voluta dal centrodestra. La battaglia politica della Casa delle Libertà si concentra soprattutto sulla volontà di riformare la carta costituzionale visto che, secondo gli esponenti del centrodestra, dopo le modifiche del titolo V volute dal centrosinistra si sono creati grossi problemi con i continui conflitti di attribuzione dei poteri tra Stato centrale e regioni. Da qui, come spiegano Viespoli, Landolfi e Taglialatela ai giornalisti, la spiegazione ampia ed articolata dei principali punti che costituiscono il cuore della riforma: razionalizzazione delle competenze normative, introduzione dell’elezione diretta del premier, potere legislativo esclusivo alle regioni su specifiche materie, riduzione del numero dei parlamentari, superamento del bicameralismo perfetto, ampliamento delle materie su cui è possibile proporre il referendum abrogativo. Tutti temi caldi su cui la Casa delle Libertà in Campania punta per convincere gli elettori degli effetti positivi che ci saranno con l’entrata in vigore della riforma costituzionale. Sugli stessi temi, d’altronde, si è già sviluppato il dibattito a livello nazionale e così avverrà, con tutta probabilità, anche nelle prossime settimane. La stessa coalizione di centrosinistra, appena uscita vittoriosa dalle urne a Napoli, a cominciare dal suo leader campano, Antonio Bassolino, ha annunciato una forte mobilitazione per convincere gli elettori a votare contro la riforma.La contesa politica referendaria è già molto sentita e combattuta in Campania ed i partiti di tutti gli schieramenti ci tengono a sottolineare che nessuno è andato in vacanza, ma anzi occorre combattere la nuova sfida del 25 e 26 giugno. Anche il coordinatore campano di An Mario Landolfi, non a caso, ha annunciato l’imminente costituzione di un comitato regionale per il Sì che ricalcherà, per iniziative e mobilitazione, quello che già è nato a livello nazionale.La campagna elettorale per il referendum comunque non è entrata nel vivo solo a Napoli. A Salerno, secondo capoluogo provinciale della Campania, Forza Italia ha già fatto sapere di aver costituito il locale Comitato per il Sì. L’iniziativa, proposta a livello nazionale dal presidente della fondazione Liberal, l’onorevole Ferdinando Adornato, è stata promossa nella provincia salernitana dal coordinatore provinciale degli azzurri, l’onorevole Gaetano Fasolino, con il capogruppo alla Provincia Franco Annunziata, il responsabile per il partito unico del centrodestra Vincenzo Inverso e dal coordinatore provinciale dei giovani di FI Luigi de Vivo.

Ps:
aproposito di Referendum... x tutti i -napoletani vivi-: rimanete sintonizzati su queste blog-frequenze, tra poco ci saranno delle nuove a riguardo... (ndNv)




permalink | inviato da il 12/6/2006 alle 1:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
cinema
12 giugno 2006
I VINCITORI DEL NAPOLI FILM FESTIVAL

Bilancio positivo per il Napoli Film Festival nelle parole dei direttori Davide Azzolini e Mario Violini, che commentano: "E' stata un'edizione molto intensa, con otto giorni densi di cinema e ospiti di altissimo profilo, Abbiamo voluto affiancare ai concorsi e alle retrospettive l'opportunità per il pubblico napoletano di incontrare i grandi protaognisti del cinema italiano ed europeo come Sergio Castellitto, Cristina Comencini, Alex de La Iglesia, Marco Bellocchio e Paolo Virzì."
La giuria composta dalla regista cinese Lizenhua, la giornalista spagnola Maria Casanova, il produttore francese Victorien Vaney e lo scrittore Diego De Silva, hanno assegnato il Vesuvio Award (e la stampa di 2 copie in 35 mm per la distribuzione in Italia) per il miglior film allo sloveno Sintonia di Igor Sterk, un sommesso ritratto di una famiglia della classe media, immersa in un contesto quotidiano rassicurante e prevedibile, che viene improvvisamente stravolto dall'emergere delle frustrazioni e delle menzogne tra moglie e marito.
Gli altri premi assegnati quest'anno sono il Premio Fondazione Mediterraneo, che va al rumeno Ryna di Ruxandra Zenidre, il Premio Warner Village Cinemas, assegnato a Nadja Uhl nel film tedesco Un'estate sul balcone ed il Premio Music Feel alla originale colonna sonora dello spagnolo Semen, una storia d'amore di Daniela Fejerman e Inés Paris.
Per il concorso Making Of, il Vesuvio Award va al backstage di N, ucciderò il tiranno, di Paolo Virzì, intitolato Il toscano Napoleone, diretto da Alessandra Roveda.
Menzione speciale anche per Dietro... Trevirgolaottantasette di Simone Sabatucci e Francesco Palladino, backstage di Trevirgolaottantasette di Valerio Mastandrea.
Per Schermo Napoli, viene assegnato il Vesuvio Award al corto Howard Pennington e il segreto delle persone felici, finto documentario di Ciro De Caro sulla vera storia di Howard Pennington, genio e inventore.
Menzione speciale per 17 anni, quasi 18, di Sebastiano Mazzillo.
Sempre per i corti, è stato assegnato il Premio Santaniello a La tazza, di Marcello Cotugno, mentre tra i documentari ex aequo tra Dreaming by numbers di Anna Bucchetti (che vince anche il Premio Ateneapoli) e Battiti di Maria Totaro.




permalink | inviato da il 12/6/2006 alle 1:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
letteratura
12 giugno 2006
GIRO RAPIDO: SELEZIONE NAZIONALE PER ASPIRANTI SCRITTORI

Si terrà oggi, lunedì 12 giugno, a partire dalle 9.30 allo storico Caffè Gambrinus di Piazza del Plebiscito l'appuntamento napoletano di Giro Rapido, selezione nazionale per aspiranti scrittori.
I partecipanti dovranno scrivere un racconto di viaggio in un tempo non superiore a 911 minuti (15 ore e 11 minuti).
La partecipazione è libera e gratuita.
La selezione si articola in 5 prove eliminatorie che si sono già svolte a Strà (25/5) e a Roma (9/6) e che si svolgeranno oggi a Napoli, il 20/6 a Genova e il 23/6 a Milano.
Da ogni eliminatoria la giuria selezionerà i 3 migliori racconti.
I quindici prescelti parteciperanno alla prova finale che si terrà a S.Patrignano il 29 giugno.
Il racconto giudicato migliore sarà pubblicato dal mensile Gente Viaggi; al vincitore inoltre andrà in premio un viaggio, appunto.
20 racconti giudicati meritevoli dalla giuria saranno raccolti e pubblicati in un unico libro dal titolo Giro Rapido.
Il libro sarà presentato dall'autore del miglior racconto e da altri autori indicati dalla giuria in varie città italiane nell'ambito delle serate culturali di Cinque sensi d'autore, la rassegna letteraria organizzata da Porsche Italia.

Per info attivita.culturali@porsche.it  




permalink | inviato da il 12/6/2006 alle 1:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
teatro
12 giugno 2006
TEATRO: IN SCENA "IL CARCERE POSSIBILE"

da Adnkronos

I detenuti-attori degli istituti penitenziari di Poggioreale, Pozzuoli, Secondigliano, Benevento, Lauro di Avellino e dell'istituto minorile di Nisida, il 13, 14 e 15 giugno saranno in scena presso il Teatro Mercadante di Napoli per la seconda edizione della rassegna Il carcere possibile, promossa dalla Camera Penale di Napoli nell'ambito dell'omonimo progetto varato nel 2003 per la tutela e il rispetto dei diritti civili, la denuncia delle condizioni di vita all'interno degli istituti penitenziari, la rieducazione e il reinserimento dei detenuti.
La manifestazione presentera' un articolato calendario di spettacoli e di proiezioni provenienti da sei realta' penitenziarie, per un totale di quattro rappresentazioni teatrali e due filmati, distribuiti nella tre giorni della rassegna in due appuntamenti quotidiani.
Martedi' 13 giugno alle ore 18.30 l'apertura della rassegna sara' affidata al debutto di Serra S4, uno spettacolo tratto dal dramma ''La Serra'' di Harold Pinter, con i detenuti-attori dell'Istituto di Secondigliano e la regia di Giorgia Palombi. Hanno collaborato alla realizzazione del lavoro Alessandra di Castri e Susanna Poole, in un progetto a cura dell'Associazione Maniphesta.




permalink | inviato da il 12/6/2006 alle 0:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
spettacoli
11 giugno 2006
25 GIUGNO: STING A NAPOLI IN CONCERTO GRATUITO


da Repubblica.it


Napoli ospita il 25 giugno il secondo evento gratuito dell'edizione 2006 di "Cornetto free music festival", manifestazione musicale legata ad un noto gelato, che, in un unico weekend (venerdi' 23 giugno a Milano e poi la domenica successiva a Napoli), offre le uniche due esibizioni italiane di Sting. Oltre all'ex leader dei Police, da due anni assente dai concerti in Italia, la serata napoletana prevede l'esibizione della cantante inglese Skin e della cantautrice italiana Carmen Consoli.
Le esibizioni dei big saranno completate da una rassegna di nuove proposte musicali, tra le quali quella dell'emergente Roberta Giallo, marchigiana.
A Presentare la serata, definita dall'assessore comunale ai grandi eventi di Napoli Giulia Parente, "la punta di diamante dell'estate partenopea", Ambra Angiolini affiancata da Alvin.
Negli ultimi due anni, al tradizionale concerto in piazza del Plebiscito, offerto anche da Regione Campania e Provincia di Napoli oltre che dall'Amministrazione comunale, la platea degli spettatori raggiunta, grazie anche a due maxi schermi ai lati del palcoscenico, ha registrato la cifra record di un milione e mezzo di presenze.




permalink | inviato da il 11/6/2006 alle 19:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
basket
11 giugno 2006
CARPISA NAPOLI BASKET: ALTRO MIRACOLO


da Sportal.it

Era prevedibile. Tutto rimandato a gara 5. La Carpisa Napoli conferma il fattore-campo nella quarta partita della semifinale playoff, supera la Climamio Bologna per 92-82 e strappa la bella, vendicando la beffa di gara 1 in casa dei campioni d'Italia. Con la serie ora sul 2-2, si conoscerà il nome della seconda finalista (già qualificata la Benetton Treviso) solo domenica sera, quando al PalaDozza in 40', a meno di non nuovi fra le due rivali, overtime, non ci saranno più appelli. A costruire il piccolo capolavoro del quintetto di Bucchi, autentica rivelazione di stagione e già a segno in Coppa Italia, venerdì sera in un PalaBarbuto esaurito in ogni ordine di posto, i 24 punti di Lynn Greer e i 18 di Michel Moraindais; nella Fortitudo 25 punti con 8 rimbalzi per Kiwane Garris.


E X STASERA...FORZA CARPISA!!! (ndNv)




permalink | inviato da il 11/6/2006 alle 19:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
11 giugno 2006
FINANZA DI PROGETTO E PUBLIC UTILITIES

Lunedì 12 giugno ore 18.00, presso Villa Doria d'Angri (via Petrarca, 80 - Napoli) per il Ciclo "Seminari di Economia, verso il piano strategico 2007-2013": nono incontro sul tema "Finanza di progetto e public utilities" a cura di Massimo Marrelli e Riccardo Mercurio.




permalink | inviato da il 11/6/2006 alle 16:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
9 giugno 2006
ALIMENTAZIONE: RICERCA SUI COMPORTAMENTI DEI BAMBINI DI NAPOLI E MILANO

da Age

L’obesità e i problemi di salute legati a situazioni di eccesso ponderale sono destinati a diventare un’emergenza sociale anche in Italia? L’allarme, rimbalzato da numerosi studi territoriali e autorevolmente avvallato da un report di gennaio 2006 del CNR, secondo cui gli italiani sono, insieme ai greci, i bambini europei più in sovrappeso, induce a guardare con preoccupazione ciò che finisce quotidianamente nel piatto delle ultimissime generazioni. Tutto ciò rende di strettissima attualità il confronto tra i comportamenti alimentari dei bambini in età scolare di Milano e Napoli realizzato dalla Fondazione L. Bonduelle nell’ambito del progetto di ricerca che affianca il percorso ludico-pedagogico “Amici per la tavola: alla scoperta della corretta alimentazione”. Il capoluogo lombardo e quello campano costituiscono le realtà metropolitane più rappresentative rispettivamente del Nord e del Mezzogiorno d’Italia: due contesti oggettivamente diversi e distanti, ma che proprio per questo offrono una valida cartina di tornasole sulle abitudini consolidate e sulle tendenze in ambito alimentare. Lo screening è stato condotto su un campione di 2.200 bambini tra i 6 e i 10 anni frequentanti le scuole elementari milanesi e partenopee. Dalla ricerca emerge che, almeno dalla prospettiva dell’alimentazione dei bambini, le distanze tra Milano e Napoli sembrano assottigliarsi. A Milano i bambini sembrano più disciplinati sulle scelte alimentari, ma alla lunga rischiano di scontare un eccesso di rigidità e di ripetitività che può ostacolare l’acquisizione di certezze su cosa effettivamente piace e cosa no. A Napoli, al contrario, i bambini appaiono più istintuali, ma il rovescio della medaglia è rappresentato da una pericolosa attenuazione o dall’assenza di regole (sì al gusto, no alle regole). Il confronto ha evidenziato un marcato contrasto tra le due città rispetto ai “menù fotocopia”: a differenza di Milano, dove ben il 55% dei bambini più grandi ha affermato di mangiare spesso le stesse cose a pranzo e cena, il 73% dei loro coetanei napoletani sostiene che ci siano differenze tra il menù di mezzogiorno e quello serale. La pasta è il cibo passe partout nelle case di Napoli come in quelle di Milano, seguita a distanza dalla carne. Tuttavia, la pastasciutta dei bimbi milanesi è condita con sughi sbrigativi mentre i condimenti preparati dalle mamme napoletane risultano più elaborati e gustosi. In generale, i genitori milanesi si dimostrano un po’ più attenti alla composizione e alla rotazione dei menù nei confronti dei più piccoli. Tale vigilanza sembra, però, scemare con la crescita dei figli. I risultati dei test effettuati su Napoli confermano ciò che già era emerso dall’analisi su Milano: sia i bambini partenopei sia quelli milanesi hanno in comune l’amore incondizionato per la pizza, che insieme all’altro carboidrato ricco e gustoso per eccellenza, la pasta, raccoglie le preferenze di un bambino su due. Il gusto del pesce ha indubbiamente bisogno di tempo per farsi apprezzare. Infatti, il gruppo dei più piccoli tra i bambini di Napoli e di Milano non ha esitazioni nel mettere in cima alla black list proprio le preparazioni a base di pesce (33% a Napoli e 29% a Milano), seguiti da un altro sapore notoriamente “difficile” da approcciare in tenera età: quello delle verdure. Nel gruppo dei più grandicelli, invece, è possibile notare un maggior livello di sopportazione per le verdure da parte dei napoletani, mentre a Milano il rifiuto verso l’insalata permane fortissimo (63%). Sempre a proposito di verdure e legumi, non si può che accogliere con preoccupazione il fatto che le ultime generazioni, a Milano come a Napoli, palesino una limitatissima conoscenza dei vegetali così come si presentano in natura. Difatti, il 40% dei piccoli non sa riconoscere l’immagine di un carciofo o di un cespo d’insalata, mentre un bambino su cinque ignora che i piselli crescano in un baccello e li confonde con i fagioli. A Milano l’attenzione dei genitori sembra rivolgersi soprattutto alle abitudini alimentari fuori pasto. I bambini del capoluogo lombardo, infatti, appaiono consapevoli del disvalore di “spiluccare” davanti alla TV, così come sanno di dover evitare le bevande gassate o zuccherate e gli snack preconfezionati all’ora della merenda. A Napoli, invece, il quadro è decisamente capovolto. I bimbi napoletani non hanno remore nel consumare merendine a ricreazione, patatine e cioccolato mentre guardano la televisione. Inoltre, i piccoli partenopei si fanno facilmente sedurre dal gusto delle bevande gassate che sono percepite quasi allo stesso modo dell’acqua (40% vs. 44%) come ideale bevanda dissetante. Secondo quanto dichiara la psicologa Nicoletta Travaini, ideatrice e coordinatrice dei test: "La ricerca-confronto fa emergere due modalità diverse nell'educazione alimentare dei piccoli: l'orientamento alle regole dei genitori di Milano e l'orientamento all'istinto dei Napoletani. Il rischio però dei bambini lombardi è di diventare piccoli robot che non sanno più scegliere ciò che amano a tavola; mentre quello dei ragazzini campani è di cedere troppo spesso ai piaceri della gola. L'atteggiamento migliore è una giusta miscela tra i due comportamenti, che insegni ai bimbi la disciplina alimentare anche lontano dai pasti, senza però penalizzare la loro capacità di fidarsi dell'istinto".




permalink | inviato da il 9/6/2006 alle 11:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5  >>  

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte

APPUNTAMENTI CULTURALI

VENERDI' 16 GIUGNO

Ore 9.30 Istituto italiano per gli Studi Filosofici, palazzo Serra di Cassano, via Monte di Dio, ore 9.30 - incontro-dibattito sulla gestione della Riserva culturale statale dell’isola di Vivara (Procida-Golfo di Napoli).
Intervengono, tra gli altri, Roberto Gabriele, responsabile dell’Associazione Vivara Onlus; Alfonso Pecoraro Scanio, ministro dell’Ambiente

ore 10 Istituto Italiano per gli studi filosofici (Palazzo Serra di Cassano, Via Monte di Dio 14) Salvatore Natoli (Università degli studi Milano, Bicocca) nell'ambito del ciclo di studi Ciclo di studio ONTOLOGIA DELLA RELAZIONE terrà un incontro sul tema ONTOLOGIA DELLA CONTEMPORANEITA': LA SOCIETA' DEGLI INDIVIDUI E I LEGAMI SOCIALI.

ore 17 Istituto Italiano per gli studi filosofici (Palazzo Serra di Cassano, Via Monte di Dio 14) Gianni Ferrara, professore emerito di Diritto costituzionale terrà una relazione su LE RAGIONI DEL NO ALLA CONTRORIFORMA COSTITUZIONALE

Cinema Modernissimo (Via Cisterna dell'olio 49/59)
MAiGAY
Rassegna di Cinema sull'amore e le sue differenze


Google





Rosa Russo Iervolino
304827 voti (57,1%)
Eletta Sindaco di Napoli



Franco Malvano
201940 voti (37,8%)




Marco Rossi Doria
18446 voti (3,4%)




Salvatore Lauro
3018 voti (0,6%)




Angelo Tramontano
2412 voti (0,4%)




Mario Esposito
2089 voti (0,4%)



Luigi Sito
1525 voti (0,3%)



Aurora Zilberstein

Non ha partecipato al voto.